Focus su…

Le etichette “verdiane” del Maestro Rainieri

Vittorio Rainieri, parmigiano, ha incominciato ad interessarsi alle arti figurative fin da giovanissimo con particolare attenzione alla grafica, conseguendo da subito ampi consensi; in seguito ha iniziato ad interessarsi al paesaggio ed alla figura con un continuo approccio a nuove tecniche. Presente a numerose occasioni artistiche ha conseguito diversi riconoscimenti e premi. Sue opere sono presenti presso numerose collezioni private ed enti pubblici. Ampia rassegna stampa è consultabile sul suo sito www.raiart.net
Affascinato dalla musica di Giuseppe Verdi e dal rapporto fra la musica e le arti decorative, il Maestro Rainieri, dopo attente ricerche e studi sul monumento a Verdi eretto a Parma nel 1922 e scomparso dopo la Seconda Guerra mondiale, ha cercato di far rivivere simbolicamente, coi mezzi della pittura, l’antico manufatto, con tutto il suo significato culturale e storico, estrapolando dalle partiture musicali e sceniche gli elementi più rappresentativi di tutto ciò che collega le arti visive alla musica.
Ne è nata una spettacolare serie di dipinti con i personaggi delle opere di Verdi, successivamente utilizzate, in miniatura, per la creazione di etichette da vino, dalle specifiche assonanze verdiane, qui riprodotte fotograficamente.
Il Maestro Rainieri, con particolare sensibilità, ha donato nel febbraio 2016 una serie completa di etichette verdiane al Museo del Vino perché possano essere fruibili da tutti.